Translate

mercoledì 25 maggio 2011

I pazzi siete voi, il nucleare non è il nostro futuro




Dal rifugio anti-radiazioni de ipazzisietevoi.org a un gigantesco bidone nucleare sulla terrazza del Pincio a Roma. Continua la nostra protesta per impedire il ritorno del nucleare nel nostro Paese. Il Governo vuole bloccare il Referendum con il Decreto Omnibus e impedirci di andare a votare sul nucleare.
 
Questa mattina al Pincio gli attivisti sono entrati in azione alle prime luci dell'alba. Hanno montato il bidone e si sono barricati dentro. All'esterno altri si sono incatenati portando un chiaro messaggio, "I pazzi siete voi. Il nucleare non è il nostro futuro" e altri ancora hanno srotolato uno striscione leggibile da Piazza del Popolo che dice: "12 e 13 giugno 2011 Referendum. Vota Sì per fermare il nucleare"
Tra gli attivisti nel bidone anche Pierpaolo e Giorgio, i ragazzi che pochi giorni fa sono usciti dal rifugio de ipazzisietevoi.org. Sono pronti a restare dentro fino al giorno del Referendum. 

Grazie!
Salvatore Barbera 
Resposnabile campagna Nucleare
Greenpeace Italia

giovedì 19 maggio 2011

Io sono immortale - Arcangelo Miranda



In questo tempo storico 
ci è data la grande possibilità di conoscere 
ciò che per millenni è stato celato 
e questo libro ne è la prova concreta, 
lo definirei necessario. 


Descrizione
Forse scoperto l'anello mancante dell'immortalità psico-fisica? In questo testo gli autori, supportati da decine di esperimenti e ricerche dimostrano come il corpo umano sia in grado di vivere molto di più dei normali anni e ti mettono in grado di cominciare davvero a prenderti cura e controllo della tua vita. Il tutto è partito dall'analisi e dalle conoscenze di famosi immortali della storia, reali o simbolici che siano, ma tutti avevano qualcosa in comune che è stato scoperto e scritto in questo libro.
Saint-Germain, Cagliostro, Babaji, Gesù: qual è la differenza tra un corpo di un immortale da quello di una persona comune? Gli Alchimisti lo avevano scoperto e lo hanno tenuto segretamente nascosto. Ora lo sappiamo anche noi! In IO SONO Immortale, gli autori affrontano dettagliatamente tutto il percorso di preparazione per l'ascensione, un processo che coinvolge anche l'immortalità fisica. Si tratta del più affascinante viaggio in cui un essere può inoltrarsi, un Viaggio alla scoperta del Sé.
Gli alchimisti sapevano che il nostro corpo produce quelle preziose sostanze che anche la Pietra Filosofale apportava se bevuta come Elixir di Lunga Vita. Gli autori indicano dettagliatamente come possa l'apertura del cuore far attivare quei meccanismi interiori capaci di autoprodurre queste sostanze fantastiche. Oltre 650 pagine per un compendio sull'immortalità potenziale mai scritto prima. Chimica, fisica, medicina e PNEI, alimentazione ed etica sono solo alcuni degli argomenti tutti trattati in modo più che dettagliati per fornirci la massima comprensione sulla vita.




parte 1 - dal capitolo
Presentazione del libro Io sono Immortale
"Questo libro è un cumulo di fesserie!" sentirò certamente dire spesso.


Potrei indicare mille tra ipotesi e prove scientifiche poco diffuse per contrastare questa considerazione insieme al fatto che se una cosa non è stata ancora testata dalla Scienza non è necessariamente non-vera. Non ancora …


Popp affermava che per “scientifico” si intende un evento che, riprodotto nelle stesse condizioni, dà luogo sempre allo stesso risultato. Questo, però, a patto che la Scienza abbia gli strumenti per riprodurre o verificare l’evento: dipende infatti dal tipo di evento.


Oggi posso affermare con estrema certezza che ci sono eventi che accadono dentro di noi che per la loro natura e per la loro imponderabilità, sono tanto stupendi quanto difficili da scrutare e studiare a livello scientifico, anche per il fatto che quasi nessuno che vive quegli eventi ha voglia di divenire un fenomeno da baraccone per farsi studiare dalla Scienza.
I fenomeni paranormali, quelli che anche le università americane cercano di studiare e catalogare, possono essere studiati solo negli aspetti fenomenici che essi manifestano e quindi si può misurare un’ombra e non la loro vera natura.


Non è possibile “misurare” l’estasi, però è possibile rilevarne un suo fenomeno, cioè come cambia la neurochimica del corpo che vive quell’evento. 
Quindi non c’è alcun modo per la scienza di poter studiare direttamente eventi interiori se non per gli effetti, l’ombra, che essi determinano nel mondo fenomenico; un fenomeno può solo interagire con un altro fenomeno.
Si apre quindi il panorama di universi paralleli al nostro che non essendo della stessa sostanza, non riescono a essere visibili ai nostri strumenti di misura, ma le nostre aperture di coscienza ci fanno penetrare in quelle realtà e procurano degli effetti qua e sono questi gli effetti che si possono studiare; ma essi sono solo l’ombra della verità … 
La vita non è monopolio di nessuna dimensione; essa esiste e provoca degli effetti in tutti i piani di esistenza e poiché i piani sono determinati dalla mente, dobbiamo già considerare il fatto che la Vita non è la mente, bensì un qualcosa che usa la mente per viaggiare e per passare da un universo a un altro: la Vita non fa parte di questo mondo né di nessun altro e se la vita è Dio (e lo è), dobbiamo anche comprendere che essa non potrà mai essere compresa nella mente poiché in essa si manifesta solo come fenomeno, come realtà, non come Verità. Al contrario di un fenomeno, la Vita non può essere compresa: puoi solo esserla.
Ma comunque la Vita viaggia nella mente sotto forma di energia nell’atto di esprimere se stessa, di produrre un fenomeno: essa viaggia da un universo a un altro al fine di compiere una manifestazione e per far sì che ciò avvenga anche nel nostro mondo, è necessario che in questo mondo vi siano delle condizioni che consentano a queste energie esterne di entrarvi, di creare un effetto e quindi di uscirne.


La non conoscenza di queste e di altre condizioni particolari, non consente alla Scienza di poter effettuare prove scientifiche sui fenomeni paranormali, già per loro natura abbastanza incostanti e riluttanti a farsi studiare.
Devo però pensare che alcuni fenomeni sono volutamente ignorati e anche “attaccati” dalla Scienza in quanto, se venissero considerati, molte applicazioni, specie militari, potrebbero in qualche modo venire compromesse.
Un qualsiasi sistema, per tenerlo in vita, deve ricevere una quantità minima di energia affinché compia il lavoro per il quale è destinato. Al di sotto di quel valore, il sistema tende a fermarsi, si degrada e si ferma.


La vita è movimento e tutto ciò che tende a fermarsi muore e scompare. In qualsiasi sistema in equilibrio il flusso delle energie entranti necessarie a compiere un lavoro è quindi equilibrato da quelle uscenti, ma quando quelle entranti vanno al di sotto di un certo limite, il sistema tende a fermarsi. Questo limite è detto punto di non ritorno e se non intervengono fattori esterni, il sistema tende inevitabilmente al collasso.
Intere civiltà sono scomparse quando ideali vitali vennero sostituiti da troppi interessi personali da parte della classe politica; quando in una coppia l’entità dei litigi e delle malcomprensioni supera un certo limite può essere necessario l’intervento di un consulente matrimoniale che, in qualità di arbitro, inietta una dose di ragionevolezza e rivitalizza il sistema.


La vita biologica funziona alla stessa maniera: esistono nel nostro corpo due sistemi di regolazione, uno retto dalla ghiandola Ipofisi che inibisce stati vitali, l’altro retto dalla Ghiandola Pineale che, invece, può essere considerata il direttore d’orchestra della Vita.
Se l’attività di quest’ultima viene inibita dai condizionamenti umani che iperattivano l’Ipofisi, così come dal centro di controllo di una centrale elettrica si può togliere energia a un quartiere alla volta di una città, allo stesso modo questa alterazione si traduce in una perdita di energia al nostro corpo per inibizione nell’ingresso di energia vitale dai chakra e quindi dalle altre ghiandole endocrine.


Il primo quartiere biologico a cui il sistema alterato toglie corrente è quello della ghiandola del timo. Da quel momento parte l’invecchiamento e il corpo, per inerzia biologica, comincia a percorrere il suo cammino verso morte. 
Alla domanda “Qual è il sintomo classico dell’invecchiamento?” quasi tutti risponderebbero i classici capelli bianchi. Il timo, infatti, produce rame in un particolare stato della materia che non è né molecolare ne metallico e che risulta invisibile alle normali tecniche analitiche. 
La presenza di questo materiale che potremmo definire “in un alterato stato di coscienza materiale” è ciò che determina l’integrità del colore dei capelli.
Avviato il processo di degrado, successivamente al timo, l’energia viene tolta da altre aree del corpo, per cui le altre ghiandole endocrine cesseranno di produrre i propri elementi (sempre di tipo invisibile ai normali procedimenti analitici) che biologicamente produrranno squilibri i quali accelereranno l’invecchiamento di altre parti del corpo al pari di ciò che avvenne per i capelli; alla fine sopraggiunge la morte per mancanza di energia vitale.
Amore e morte, in latino, hanno la stessa radice dove morte = mors e amore = a-mors con a privativa che definisce uno stato di mancanza di morte e quindi la presenza di amore e immortalità continui.
Quindi amore e vita sono tra loro collegate e sono le condizioni basilari per cui l’energia vitale può circolare nel corpo fisico e tenerlo in vita. Quando l’essere diviene umano poiché si è piegato ai condizionamenti del mondo materiale, intraprende inevitabilmente il suo viaggio verso la morte.


Ma tornando a questo libro, devo dire che è vero poiché è la mia esperienza ed è anche l’occasione per rivelare pubblicamente una parte della mia esistenza che considero favolosa.
Il 1990 fu per me il coronamento di un periodo terribile iniziato con la morte di mio padre a metà degli anni “80: sembrava che nulla andasse per il verso giusto e di fatto nulla era a posto; era come una specie di maledizione e le cose andavano sempre peggio, per anni. Nella seconda metà del 1990 le cose toccarono il fondo e per una serie di circostanze, sentii spegnere la vita dentro di me e feci l’esperienza della morte: entrai nel famoso tunnel, ma mentre vi ero dentro mi imposi di tornare indietro poiché sapevo che non poteva finire lì; non arrivai in fondo, alla luce che comunque vedevo da dove ero posizionato.
Aprii gli occhi e chiesi di ricevere un aiuto in qualsiasi forma e dopo qualche giorno ebbi notizia, da un’amica di mia sorella, che una sua conoscente aveva fatto un’esperienza meravigliosa a seguito della quale aveva capito molte cose sulla vita ed era divenuta più causa e meno effetto della vita stessa.
Eravamo a ottobre; non volli sapere null’altro e dopo una serie di peripezie riuscii a prenotarmi per dicembre; l’esperienza si svolgeva a Firenze, si doveva arrivare lì entro il mercoledì sera e si sarebbe conclusa la domenica pomeriggio.


Non è mia intenzione dilungarmi sugli incredibili e meravigliosi metodi che usavano in quel Corso che mi accorsi poi essere un Corso di auto-realizzazione e di auto-coscienza personale magistralmente orchestrato. Mi “prepararono” per l’esercizio finale e fu così che, con una preparazione iniziata il mercoledì sera, giungemmo alle ore 12 della domenica. Claudio, l’istruttore, mi chiamò e mi chiese se ero pronto.
Feci l’esercizio (non è ora importante quale fu) e mi sentii esplodere la base del coccige; sentivo che l’energia si muoveva e che esplodeva avanzando verso l’alto, in direzione della testa. Esplodeva come se stesse esplodendo un vulcano, con dei boati interiori spaventosi, di una tale potenza che mi impossibile trasmettere a parole se non a chi ha sentito esplodere un vulcano oppure ha vissuto i botti della notte di capodanno a Napoli. Le esplosioni passarono al fondo schiena e poi ancora più su e ancora più su e ancora più su, fino ad arrivare all’altezza delle orecchie. Fu in quell’attimo che l’istruttore mi fermò; eppure questo esplodere poteva andare oltre …
Mi si era sollevata la kundalini (eppure le persone che mi conoscono sanno che sono contrario alle tecniche che fanno ciò perché sono davvero pericolose per chi non è pronto) e avevo “visto” i miei chakra che posso garantire che non sono solo sette; infatti alcune fonti di informazione riportano sistemi a dieci, dodici e più chakra nel corpo umano; ma sono anche di più e di tipologie diverse tra loro ...


Ciò che sto per esporre è come mi sentii quella domenica 16 dicembre 1990 alle ore 12 e per diversi mesi dopo: la mia coscienza si era espansa, mi sentivo alto decine di metri e camminavo a oltre venti centimetri da terra; molte facoltà paranormali mi si presentarono e mi erano utili per essere avvertito di ciò che stava per accadere intorno a me. La vita mi era d’aiuto su tutto e le cose giravano come volevo io; ma la cosa più importante era come sentivo il mio corpo: non era più solo vivo, ma lo sentivo immortale. Avvertivo scorrere dentro me fiumi di energia di entità tale che il Rio delle Amazzoni, nei suoi momenti di piena, al paragone era un torrente quasi in secca; questo stato ricordava e confermava le parole di Gesù quando parlava di acqua zampillante dentro di noi.


Non avevo necessità di mangiare e, se mangiavo, i miei denti non si sporcavano. I vestiti avrei potuto non cambiarli per settimane poiché su di essi non vi era traccia di umori del corpo per cui rimanevano sempre puliti. Anche il mio corpo non sarebbe stato necessario lavarlo: sembrava sempre come appena uscito dalla doccia, ma migliorato da un naturale profumo che lo avvolgeva. Le mie capacità mentali erano amplificate di centinaia di volte: ero in grado di imparare qualsiasi cosa in poco tempo e, in altrettanto poco tempo, ero in grado di trasferire questa conoscenza agli altri con un’efficacia inconcepibile per una mente umana. La mia forza fisica mi consentiva di alzare pesi superiori diverse volte quello del mio corpo senza alcuno sforzo. Non avevo quasi bisogno di dormire e quando mettevo la testa sul cuscino, dopo un secondo dal comando di addormentarmi ero già nel mondo dei sogni; al risveglio ero immediatamente pieno di energia e lucido. Nella mia testa sentivo il cervello di puro cristallo, una sensazione di pulizia e limpidezza mai avvertite prima. Le persone erano attratte da me pur senza che mi conoscessero e le donne facevano a gara per starmi vicino. Intorno al mio corpo fisico, il mio corpo elettromagnetico (o eterico) era pulito: ero divenuto coscienza pura.


L’azione più terapeutica che si possa creare in qualcuno è la separazione di sé in quanto spirito dalla mente senza il metodo del dolore, condizione a sua volta, invece, pericolosa; in questa condizione l’individuo SA di non essere soggetto ai voleri del corpo e sa di poterlo controllare come vuole. Tutto ciò è solo una piccola parte di ciò che mi accadde.


Purtroppo quello stato di super-benessere e di incontenibile potenza durò poco più di un paio di mesi poiché non era stato raggiunto naturalmente, ma per mezzo di una tecnica. Ma ciò che posso affermare è che in quello stato c'era la CERTEZZA certa dell'immortalità. Da allora ogni respiro della mia vita è stato rivolto a ritrovare e conservare quello stato.


Noi creiamo ciò in cui crediamo e se viviamo una condizione per un periodo necessario per “abituarci all’idea” (farla divenire reale), essa diviene la nostra realtà definitiva; così deve essere anche per la sensazione di immortalità.

Purtroppo la realtà dell’immortalità è anche la cosa più difficile su cui farci l’abitudine poiché il suo opposto, la paura della morte, è la più grande aberrazione dell’essere umano: un essere spirituale, quindi immortale, che ha paura della morte e che combatte per sopravvivere. Lo vediamo tutti i giorni: quale aberrazione può essere più grande?

Comunque lo scopo della mia vita divenne come fare a riottenere quello stato, ma anche come fare a spiegare ad altri che si possono raggiungere delle vette di cui normalmente non ne siamo a conoscenza neanche a livello concettuale.

... continua 

2008 copyright Arcangelo Miranda

Chi volesse acquistare il libro o leggerne altre parti: www.iosonoimmortale.it/files/parte_1.htm

sabato 14 maggio 2011

È tempo di scegliere – David Icke

Arthur Schopenauer: “Ogni verità passa attraverso tre stadi:
  1. prima è ridicolizzata
  2. poi è violentemente contestata
  3. in fine è accettata come evidente
La sfida è continuare a parlare finché le nuove idee non siano accettate. 
Le persone sono ripetitori, ripetono a pappagallo la versione ufficiale della vita.
È la realtà che crea norme e mentalità da alveare, quella che permette alla minoranza di controllare la maggioranza infilando nel tritatutto degli esseri potenzialmente infiniti e trasformandoli in salciccia umana programmati per ripetere una versione della vita che fa comodo a chi è al potere.
Il sistema educativo è un sistema di indottrinamento. La forma più potente di controllo mentale sta nel ripetere.

Abert Pike, membro degli illuminati, ha affermato in un suo libro: “La gente ha bisogno della finzione e la verità diventa micidiale per coloro che non sono abbastanza forti da comprenderne
Tutto il suo splendore. Infatti cosa può esserci in comune fra la vile moltitudine (ecco come loro ci considerano) e la sublime saggezza? La verità va tenuta segreta e le masse hanno bisogno di insegnamenti proporzionati alla loro mente imperfetta”.

Voltaire: “Coloro che riescono a far credere delle assurdità sono in grado di far commettere atrocità”.

LIVELLO UNO: la cospirazione dei cinque sensi (quello che noi percepiamo con i 5 sensi).

LIVELLO DUE: cospirazione interdimensionale (The matrix)

LIVELLO TRE: tutto è illusione

PROGETTO:
GOVERNO MONDIALE
(central bank – moneta elettronica mondiale – armi – microchip)
Unione Europea - Unione Americana - Unione Pacifica – Unione Africana
Stati nazioni e regioni
Persone

La cospirazione occulta (nascosta)
Molto tempo fa il mondo era una società globale avanzata, è da lì che fantastiche strutture architettoniche provengono. Per qualche motivo questa società globale subì una frattura e cominciò a funzione a compartimenti stagni in ogni parte del mondo. Ma ai suoi primordi tutte le differenti parti del mondo erano partite da una conoscenza avanzata originale che a quel tempo era globale. E mentre quella conoscenza passava attraverso le ere, prese una strada propria in ciascuna di quelle società isolate.
Accadde che questa conoscenza, inizialmente condivisa dalla società globale, abbia poi cominciato ad essere privilegio di pochi e progressivamente si è creata la rete degli illuminati per controllare la gente. L’hanno tolta dalla circolazione con ogni metodo. Uno di questi metodi fu l’inquisizione. Usando il cristianesimo per farsi largo in tutte quelle antiche società allo scopo di scristianizzarle. E nel fare questo portarono via a quei popoli la conoscenza residua di cui ancora disponevano e la fecero sparire dando poi alla gente una falsa versione della realtà e riservando la conoscenza ai livelli alti di queste piramidi compartimentalizzate.
Così hanno raggiunto risultati eccellenti, risucchiando la conoscenza dalle sue culture di quei popoli e trasmettendola ai loro prescelti attraverso la rete delle società segrete.
Quindi in tutto il mondo cominciano ad avere una falsa versione di chi siamo e una falsa versione della realtà e di quello che sta accadendo sul pianeta.

Chi ha il controllo del mondo usa questa conoscenza su di noi e ce la mette davanti agli occhi sotto forma di simboli.
Babilonia (l’attuale Iarq) è cara agli illuminati perché è qui che tutto è cominciato.
Il centro degli illuminati è ora in Europa: Vaticano (la chiesa di Roma è la chiesa di Babilonia) Londra (St. Paul' Cathedral) …
Dopo il colonialismo ci furono dittature:
  • Comunismo – fascismo (almeno la gente sapeva di essere controllata) …
  • Ora siamo nella Prigione senza sbarre (pensano di essere liberi e non reagiscono)

Gli illuminati sono ossessionati dalla genetica.
WINDSOR – BUSH BLOODLINE: 
  • Antica linea reale d’Egitto, incluso Ramses II, Sumeri, Valle dell’Indo, Fenici, Babilonia, Troia e Grecia.
  • Filippo il macedone (328-336 A.C) e suo figlio Alessandro il Grande (356-323 A.C)
  • Cleopatra (60-30 A.C), Giulio Cesare, Marco Antonio, Herode il Grande, Costantino il Grande, Carlo Magno (784-814), Asburgo, Famiglia dei medici, La casa di Lorraine.
  • I Merovingi sono primari per gli illuminati, per me non hanno però nulla a che vedere con la stirpe di Gesù.
  • Dinastia reale francese, incluso Robert II, Philip Ist II e III e Lois Ist II, IV, VIII, VIIII, XIII, IX, XV e XVI, Marie Antoniette.
  • Dinastie reali Plantagenet, Re Giovanni, Henry Ist II e III, Mary Stuard e la linea reale Stuard, Re George Ist II e III, Regina Vittoria, Edoardo VII, Giorgio V e VI, Elisabetta II, Principe Carlo, Anne, Andrew e Edward, Principe William e Harry.
  • Presidenti Americani: George Washington, John Adams, John Quincy Adams, Thomas Jefferson, Franklin Delano Roosvelt, George Bush … George W Bush e Jeb Bush, Al Gore, John Kerry …
  • Linea di sangue delle famiglie scozzesi come I Lords of Gallaway e i Camyns, Maria Luisa d’Austria che sposò Napoleone Bonaparte, Kaiser Wilheim II, Maximilliam, l’impero del Mexico, Rothschilds e Rockfellers.
Oggi vogliono un impero globale. Si sono spostati da Babilonia all’Europa. Se prendete in esame i credo e i simboli del cristianesimo e li paragonate a quelli della chiesa di Babilonia, vedrete che sono identici. Sono stati semplicemente trasferiti da un luogo all’altro e poi si sono globalizzati per potere dettare legge da una posizione centrale. Attraverso la prigione senza sbarre, cercando il più possibile di convincere le persone di vivere da persone libere.

Esempio, la Trinità Babilonese:
  • Nimrod (Baal/Bel) (o Osiride)
  • Regina Semiramide (Istahr) (o Iside o Maria Vergine)
  • Tammuz (Gesù) (o Horus)
I nostri pensieri non sono necessariamente nostri ma possono essere impiantati. La realtà è un’illusione, l’unico luogo in cui il mondo esiste è nella nostra mente e perfino la mente se si procede in un latro livello è un illusione.

NOI SIAMO COSCIENZA INFINITA

Il ministro della propaganda nazista, dott. Joseph M Goebbels scrisse: “Quindi è estremamente importante che lo stato ricorra a tutti i suoi poteri per reprimere il dissenso, poiché la verità è il nemico mortale della menzogna, quindi per estensione la verità è anche il maggior nemico dello stato”.

Quando ci rendiamo conto della natura della bugia possiamo riprendere il controllo.
Noi non siamo questo corpo, noi siamo coscienza. Una coscienza collegata ad un oceano di coscienza che chiamiamo l’INFINITO. Possiamo percepire la vita come una goccia d’acqua in un oceano. La realtà percepita diventa realtà sperimentata. Occorre percepire la goccia come l’Oceano, non persa nell’oceano. La goccia è l’oceano, l’oceano è la goccia, siamo tutti uno.
Loro usano il corpo fisico per impedirci di essere coscienza, energia. La coscienza agisce attraverso il corpo. Gli illuminati ci costringono a identificarci con il corpo.
Uno dei modi in cui ci manipolano è quello di farci credere che guardando attraverso gli occhi vediamo tutto ciò che esiste, invece ne vediamo solo una piccolissima parte.
  • Energia/Materia oscura 95%
  • Materia non luminosa ordinaria 4,5%
  • Materia luminosa ordinaria 0,05%
  • Spettro elettromagnetico 0,0005%
  • All’interno dello spettro elettromagnetico si colloca la “Luce visibile” (alla vista umana), ma è una misura troppo piccola per poter essere rappresentata in questo grafico. 
Nello spazio che noi stiamo occupando adesso c’è l’infinito. Noi costruiamo la realtà sulla base delle nostre credenze.
Troppo spesso però accettiamo credenze esterne indotte, le quali a loro volta, creano la nostra realtà. Chi innesta sa di poter creare la realtà.

Einstein: “La realtà è un’illusione, sebbene persistente

H. M. Tmlinson: “Vediamo le cose non come sono, ma come noi siamo

L’AMORE INFINITO È L’UNICA VERITÀ: TUTTO IL RESTO È ILLUSIONE

Noi possiamo cadere nella trappola che ci fa identificare con questa realtà scollegandoci dalla coscienza infinita che la sta manifestando.
Possiamo farci catturare dalla nostra creazione dimenticandoci di essere noi i creatori.
Hanno usato la religione ufficiale per ridicolizzare e condannare la verità dandole il nome di demonio e per strapparla all’arena pubblica dicendo che queste sono cose del demonio.

UNITÀ  (coscienza infinta che esprime se stessa attraverso l’unità)

Gli illuminati vogliono che ci identifichiamo con la DIVISIONE, perché se percepiamo la divisione crediamo che questo sia ciò che siamo. Tutto ci attira nella modalità sensoriale. Che va anche bene, ma occorre sapere che io sono colui che sta facendo un’esperienza, ma sono coscienza infinita.
Vogliono farci credere che siamo un puntino nell’universo, mentre noi siamo l’universo.
Gli scienziati hanno già compreso che la realtà è un’illusione e i più avanzati hanno compreso che il corpo è un computer biologico. Il 95% del DNA è definito spazzatura. Quando il chi (o energia) scorre lentamente la gente si ammala, se scorre normalmente invece la gente sta bene. Così come il computer quando non funziona bene è lento e viceversa.
Invece dell’antivirus noi abbiamo il sistema immunitario.

Cartesio diceva: “Penso dunque sono”, ora si potrebbe dire: “Computo dunque sono”.
I mutamenti elettrochimici, anche esterni, possono cambiare la nostra personalità. L’umanità è sotto ipnosi di massa, allo scopo di indicarci in quale realtà credere.

Un bel libro è L’universo olografico di Michael Talbot.


Da wikipedia: Talbot ha proposto l'ipotesi che la realtà sia flessibile e capace di una grande scala di alterazioni, così come l'apparizione e la sparizione di intere file di alberi.
In particolare ha utilizzato la frase spostamenti nella realtà ("shifts in reality") per descrivere le sue opinioni sugli spostamenti della realtà che considera alterazioni radicali nel mondo, e include nel libro presunti miracoli ed eventi psicocinetici come esempi.
Talbot basa la maggior parte delle sue idee sui lavori del fisico David Bohm e del neurofisiologo Karl Pribram, i quali hanno entrambi proposto teorie olografiche o modelli dell'universo. Talbot ha sostenuto che gli esempi paranormali della realtà "suggeriscono che la realtà, in un senso prettamente reale, è un ologramma, un'idea complessa (construct).

Il DNA è una ricetrasmittente cristallina di informazioni (noi riceviamo-trasmettiamo-deteniamo l’informazione). È un codice universale. Dai batteri agli esseri umani le istruzioni di base della vita sono scritte nello stesso linguaggio (S. Francisco Chronicle).

Ogni forma di vita fisica è composta di un DNA formato da 4 codici: A, C, G, T. la differenza che c’è fra me e un topo sta nel modo in cui sono combinati questi codici.

L’equazione di Fourier. Noi decodifichiamo frequenze sotto forma di una realtà che pensiamo si trovi intorno a noi, mentre in realtà si trova solo qui: la matrix.
Che cos’è la Matrix?questa realtà che noi stiamo sperimentando è una versione olografica di internet.
Ma perché tutti vediamo le stesse cose? Perché attraverso il DNA, il computer, siamo connessi ad un internet olografico noto con il nome di matrice.
Quando vi collegate a internet in Cina, in Sud Africa o in America, potete essere dotati di un computer differente ma vi state connettendo alla stessa realtà virtuale collettiva. Ci impediscono però l’accesso a quelle conoscenze che ci permetterebbero di vedere il mondo diversamente.
Ci stanno bloccando in una realtà collettiva in cui vediamo le stesse scene e sebbene possiamo interpretarle in maniera diversa, resta il fatto che vediamo le stesse cose, sperimentiamo la medesima realtà.
Il DNA, con la sua tipica forma di elica gigante, a forma di doppia elica attorcigliata è un antenna elettromagnetica ideale. Da un lato, essendo allungata forma una lama capace di ricevere molto bene gli impulsi elettrici, dall’altro, se vista dall’alto, la sua forma ad anello la rende un’antenna molto magnetica.
Il DNA è un ricetrasmettitore di informazioni e noi ci colleghiamo a internet, all’internet olografico, alla matrice mediante questa connessione del DNA.

Uno dei motivi per cui gli illuminati sono ossessionati dalla stirpe, è che la stirpe è un codice di DNA, o codice informatico che contiene informazioni, conoscenza, e altre cose che vogliono tramandare le generazioni delle stirpi degli illuminati, perché danno loro una presa migliore sulla natura delle cose, impedendo alla popolazione di accedervi.
Ed è grazie a questo software, che è già di per sé una frequenza, che loro si connettono con quelle entità o esseri interdimensionali, che attraverso di loro manipolano questo mondo.
Questi ultimi operano su frequenze diverse ma stanno manipolando questa attraverso la sintonizzazione delle frequenze.
Allo stesso modo noi trasformiamo l’informazione ed esiste l’internet olografico della matrice e poi anche l’altro internet, l’internet alternativo che è costituito da noi che trasmettiamo, noi a partire del nostro DNA.
Questo è uno dei modi in cui realizziamo la telepatia, per connessione-trasmissione-ricezione e lo stesso pensiero si è manifestato a diverse persone.

La teoria della centesima scimmia dice che quando un determinato numero di persone ha imparato qualcosa di nuovo, improvvisamente molti, tutti o un vasto numero di individui di quella specie riescono istantaneamente a fare qualunque cosa , così la minoranza impara o gli viene insegnato.
Questa sindrome sta cominciando a manifestarsi nella specie umana e la gente sta cominciando a capirla e a sintonizzarsi.

Il microchip mira alla soppressione di questo processo per bloccare la nostra fase di risveglio.
È curioso che il 95% del DNA sia in relazione con il 90% della realtà esistente e che noi non riusciamo a percepire.
Il reale significato di questo DNA spazzatura è che ci fa connettere ad altri livelli di realtà, in altre dimensioni, in altre sfere multidimensionali.
Infatti noi dovremmo essere delle entità multidimensionali, in grado di connetterci e percepire la realtà multidimensionale proprio come quanto la coscienza abbandona il corpo in un’esperienza di pre-morte.

Cos’è la realtà? Qualunque cosa crediamo che sia.
Un illusione può bruciare un’illusione solo se credete che ne sia capace.

William BlakeSe le porte della percezione fossero mondate ogni cosa apparirebbe all’essere umano come’è, infinito”.

Quindi si passa da: Penso dunque sono a Computo dunque sono a SONO dunque SONO

Questa è la libertà della percezione senza limiti dalla quale la cospirazione globale ha il preciso scopo di tagliarci fuori impedendoci così di percepirla e facendoci funzionare all’interno di una banda di frequenza e di un sistema di credenze che permettono a una minoranza di controllare una maggioranza. Quando realizzeremo che non esiste una moltitudine ma solo una Io infinito controllare questo può divenire un incubo.

L’italiano Leonardo Pisano Fibonacci introdusse la serie di Fibonacci: 0,1,2,3,5,8,13 … in cui si sommano i due numeri precedenti per ottenere il numero successivo, esempio:
0+1 = 1
1+1 = 2
1+2 = 3
2+3 = 5
3+5 = 8
5+8 = 13

Questa sequenza la si trova ovunque in natura, nel modo in cui crescono le piante, nel modo in cui si formano le conchiglie, nei tratti del volto umano e nelle loro distanze reciproche.

La matrice che percepiamo come realtà è un costrutto matematico. Scrive Stephen Marquardt, dott. americano: “Tutta la vita è biologia. Tutta la biologia è fisiologia. Tutta la fisiologia è chimica. Tutta la chimica è fisica. Tutta la fisica è matematica”.
E avrebbe potuto aggiungere che “tutta la matematica è energia”.

Esistono tre tipi di persone:
  1. persone come computer biologico che governa il processo di reazione
  2. persone collegate alla coscienza ma identificate con il corpo fisico, dove il computer in pratica sta sempre al volante, sebbene la coscienza sia in grado di intervenire
  3. persone che si stanno svegliando e stanno diventando multidimensionali, nuovamente connesse a quella coscienza che esse sono
Cos’è la realtà? Qualsiasi cosa ci venga detto che sia. Attraverso le religioni, le quali ci vendono un sistema di credenze che ci dice: “Questa è la prigione in cui dovete vivere. E se uscite fuori allora non siete più uno di noi. Se ne uscite, oh! Il demonio verrà a prendervi”.

Se possiamo dare un nome a ciò in cui crediamo significa che siamo in prigione, perché l’infinito non ha un nome, semplicemente é.

Appena cominciate a dire “Io sono questo … Io sono quello …” state già limitandovi, in quanto voi siete tutto.
Sapete perché si deve credere in qualcosa? Perché non si riesce a portare se stessi al punto di credere in tutto.

Siamo ipnotizzati dalla culla alla tomba. La più grande ipnotista attuale è la TV.
Guardandola si entra in un’onda trans ipnotica, attraverso quel sistema passano molte cose, anche sub liminalmente oltre che palesemente, per farci vedere il mondo come vogliono loro.

Come abbassare le coscienze?
Ci sono svariati modi: fluoruro, vaccini, microchip, scie chimiche, aspartame, media ...

Riguardo al fluoruro nell’acqua, Charles Perkins, chimico (Lee Foundation for Nutrition Research, Milwaukee, Wisconsis, ottobre 1954) scrive: “ … nel 1930, Hitler e la Germania nazista invasero il mondo con la filosofia nazi del pan-germanesimo. I chimici tedeschi lavorarono ad un piano di controllo di massa molto ingegnoso, che venne sottoposto allo stato maggiore tedesco che lo adottò. Il piano si proponeva di controllare la popolazione di qualunque area prescelta attraverso la somministrazione in massa di farmaci veicolati nelle riserve di acque potabili. Con quel metodo potevano controllare la popolazione di vaste aree, ridurre numericamente la popolazione somministrando farmaci che inducevano sterilità nelle donne. In questo schema di controllo di massa il fluoruro occupava una posizione di rilievo …”.
Il Fluoruro è un eccitotossina, che eccita i neuroni al punto da impedirne il funzionamento.

I vaccini hanno lo stesso effetto e influenzano il cervello attraverso il mercurio e altri ingredienti. Il che spiega molte associazioni con l’autismo.

L’aspartame fu immesso nel mercato da Donald Rumsfeld (segretario della difesa americana). La Coca cola e le bibite dietetiche ne contengono, ed esso scombussola il cervello, ricablando il nostro equilibrio elettromagnetico cerebrale e riproducendolo chimicamente.

Le scie chimiche, cariche di bario, alluminio, bromo, torio, e le antenne tetra disturbano i segnali, creano molto disagio.

I microchip servono a dirottare i processi elettrochimici del corpo, per poter interferire nel modo in cui il flusso di informazioni viene comunicato attraverso il corpo stesso. In quanto il cervello è l’unità centrale, una CPU, filtra tutto il traffico di informazioni.

Loro si rifanno alla massima del 33° grado ORDINE DAL CAOS, ossia: problema – reazione – soluzione.

Catherine Bertini, direttore esecutivo dell’World Foof Program, dice: “Il cibo è potere, noi lo usiamo per modificare il comportamento, alcuni potrebbero definire questa come corruzione, noi non chiediamo scusa” (le pance vuote sono molto più facili da controllare.

Stanno cercando di destabilizzare l’equilibrio elettrochimico affinché questo computer non permetta alla coscienza di manifestare il suo vero genio.

Gandhi Mahatma: “Oggi è il domani di cui ti preoccupavi ieri, ne valeva la pena?”.

Loro ci vogliono in uno stato di angoscia in preda alla sopravvivenza. Se emaniamo AMORE riceviamo AMORE, AMORE infinito.

Non pensare IO SONO, sappi di esserlo
Non fare la domanda, conosci la risposta
Non cercare di fare ma FAI
Il conoscere, conosce tutto
Occorre essere nel mondo ma non del mondo
Non liberi da ma liberi in una libertà infinita




Tratto dal DVD 
E' Tempo di Scegliere - 3 DVDÈ Tempo di scegliere










sabato 7 maggio 2011

Nucleare, liberi di scegliere



Berlusconi l'ha confessato. Dopo il vertice italo-francese a Villa Madama ha dichiarato:"Siamo assolutamente convinti che l'energia nucleare sia il futuro per tutto il mondo" e ha ammesso che "fare il referendum adesso avrebbe significato eliminare per sempre la scelta del nucleare […] Per questo abbiamo deciso di adottare la moratoria".




Era chiaro sin dall'inizio. Lo stop del governo al nucleare è semplicemente un trucco per bloccare il referendum del 12 e 13 giugno. Una vergognosa e anti-democratica strategia per impedire ai cittadini di votare oggi e imporre il nucleare domani.

Fukushima e, 25 anni fa, Cernobyl, hanno insegnato che l'energia nucleare è troppo pericolosa e non ha futuro.
Perciò, su un tema tanto importante dobbiamo poterci esprimere con il nostro voto.

Questa mattina all'alba (09 maggio 2011) i nostri attivisti hanno scalato il balcone di Palazzo Venezia e hanno aperto uno striscione con l'immagine di Berlusconi che sogna il nucleare e la scritta "Italiani, il vostro futuro lo decido io". Una protesta per rispondere alle recenti affermazioni del Presidente del Consiglio:



Al referendum si deve votare: solo votando Sì il 12 e 13 giugno fermeremo per sempre i progetti nucleari in Italia.
E tu voterai Sì al referendum? Firma il tuo impegno ora. Mobilita i tuoi amici, informa la tua famiglia. Diventa parte attiva di questa campagna contro il nucleare!