Translate

sabato 7 maggio 2011

Nucleare, liberi di scegliere



Berlusconi l'ha confessato. Dopo il vertice italo-francese a Villa Madama ha dichiarato:"Siamo assolutamente convinti che l'energia nucleare sia il futuro per tutto il mondo" e ha ammesso che "fare il referendum adesso avrebbe significato eliminare per sempre la scelta del nucleare […] Per questo abbiamo deciso di adottare la moratoria".




Era chiaro sin dall'inizio. Lo stop del governo al nucleare è semplicemente un trucco per bloccare il referendum del 12 e 13 giugno. Una vergognosa e anti-democratica strategia per impedire ai cittadini di votare oggi e imporre il nucleare domani.

Fukushima e, 25 anni fa, Cernobyl, hanno insegnato che l'energia nucleare è troppo pericolosa e non ha futuro.
Perciò, su un tema tanto importante dobbiamo poterci esprimere con il nostro voto.

Questa mattina all'alba (09 maggio 2011) i nostri attivisti hanno scalato il balcone di Palazzo Venezia e hanno aperto uno striscione con l'immagine di Berlusconi che sogna il nucleare e la scritta "Italiani, il vostro futuro lo decido io". Una protesta per rispondere alle recenti affermazioni del Presidente del Consiglio:



Al referendum si deve votare: solo votando Sì il 12 e 13 giugno fermeremo per sempre i progetti nucleari in Italia.
E tu voterai Sì al referendum? Firma il tuo impegno ora. Mobilita i tuoi amici, informa la tua famiglia. Diventa parte attiva di questa campagna contro il nucleare!