Translate

mercoledì 27 luglio 2011

Lughnasadh – 1 agosto


Nel neopaganesimo Lughnasadh (o anche Lunasa o Lughnasa) è uno degli otto sabbat (celebrato il 1° agosto nell'emisfero nord), il primo dei tre che celebrano la stagione del raccolto (gli altri sono Mabon e Samhain). La festa ricorda il sacrificio del Dio (sotto forma di grano): nel suo ciclo di morte (per dare nutrimento alla popolazione) e rinascita, il grano veniva identificato come uno degli aspetti del dio Sole, che i Gaelici chiamavano Lugh.

Viene anche usato il nome Lammas preso da una festa anglosassone poi cristianizzata che si svolgeva nello stesso periodo, che potrebbe o meno avere la stessa origine. Come indica il nome (da loaf-mass, "festa dei pani"), si tratta di una festa di ringraziamento per il pane, che rappresenta il primo frutto del raccolto.
Alcuni neopagani celebrano la festa cucinando una figura del Dio fatta di pane per poi sacrificarla e consumarla ritualmente.



È la festa del ringraziamento per le messi e quindi per il nutrimento.

Analogia fra il sole che feconda le messi e l’uomo la donna.
Festa del sole e anticamente Festa di Òman, ove si celebra il sole e la virilità.

Festa dell’estate, gioia e calore si avviano al tramonto autunnale.
È una ricorrenza legata alla resurrezione, alla rinascita, al ciclo di vita imperituro. 

Tutto è in perfetto equilibrio, il passato e il futuro generano il presente, ove occorre meditare sul da farsi, è il momento dei propositi, del ritrovamento dell’equilibrio.

Lughnasadh è un tempo di riposo e divertimento, ma anche di riflessione sul sacrificio e la resurrezione, su amore e morte che sempre inevitabilmente si intrecciano.
È un momento per ringraziare il nostro raccolto e prepararci al declino e all’introspezione autunnale.

Il grano è l'immagine della vita. La mietitura è la morte della spiga, la falce rappresenta il Tempo, Saturno o Chronos che proclamano la fine. Ma il grano diventerà pane e si trasformerà in vita attraverso il nutrimento. 
Il raccolto è la sintesi di una mietitura di ciò che si è fatto in passato. 

Buon momento

Mary e Niki